IL BLOG DI LENIS

QUANDO E PERCHÉ SCEGLIERE UN SOFTWARE CUSTOM

Tecnologia | 26 Ago, 2020
Codice di un software.

Per un’azienda, crescere significa automaticamente trovarsi davanti a scelte sempre più articolate e difficili…ma significa anche rimanere al passo con i tempi, se non addirittura anticiparli.

Per questa ragione, è fondamentale saper analizzare con attenzione le proprie esigenze anche, e soprattutto, guardando al futuro.

Scegliere un software su misura anziché un software commerciale già pronto non è, al contrario di ciò che molti pensano, una sola questione di preferenze.

Sarebbe come dover scegliere fra un furgone e un motorino. Se dovessi trasportare ogni giorno roba voluminosa, non investiresti certo in un motorino, così come non investiresti in un furgone se andassi a lavorare tutti i giorni in centro. Sono entrambi due mezzi per spostarsi, ma con caratteristiche talmente diverse che diventa perfino superfluo metterli a confronto.

Insomma, la scelta fra software custom e software standard non può neanche definirsi propriamente tale, perché non dipende da un gusto personale, ma è dettata da ben altro: i bisogni.
Certo, a tutti piacerebbe avere una cosa fatta su misura. Ma se conosci già la differenza fra un software su misura e un software commerciale, sai già che il primo presenta degli aspetti non trascurabili, come costo elevato e tempistiche di rilascio lunghe.

E allora, quando conviene scegliere un software su misura?

Facciamo alcuni esempi, presi da nostri casi reali:

  1. Una squadra di Serie A ci ha commissionato un software per la vendita dei biglietti del parcheggio durante le partite.

    Chiaramente esistono soluzioni simili già messe a punto per questa esigenza, facilmente acquistabili ed immediatamente utilizzabili.
    Tuttavia, una squadra di Serie A è un organismo enorme e consolidato, con le proprie procedure ed esigenze e che, quindi, presenta dei bisogni altamente specifici.

    I bisogni specifici che hanno spinto il cliente a richiedere un software su misura anziché un software standard sono essenzialmente due:

    1. I software commerciali non avevano le tipologie di abbonamento di cui aveva bisogno;

    2. Il nuovo software avrebbe dovuto integrarsi con un altro sistema preesistente.

    E un software commerciale non poteva realizzare queste personalizzazioni specifiche?
    Avrebbe potuto.
    Ma sarebbe costata più la personalizzazione che sviluppare l’intero software da zero. Senza contare le innumerevoli altre funzioni che possono essere incluse quando se ne crea uno su misura.

  2. Abbiamo realizzato un software per la rendicontazione e monitoraggio del budget per l’ufficio commerciale di una grande azienda.

    Anche in questo caso, la scelta è necessariamente ricaduta su un software su misura per due ragioni principali:

    1. il cliente voleva che il nuovo software venisse collegato ad un elemento preesistente, operazione, come già detto, molto più onerosa se effettuata per un software standard;

    2. i software commerciali non prevedevano le regole specifiche di incentivazione per i venditori.

    Anche qui vale lo stesso discorso: personalizzare una soluzione commerciale sarebbe stato molto più complicato e laborioso che svilupparne una nuova.

  3. Una grande azienda leader nel settore dell’automazione industriale ha richiesto un plug-in da installare sui suoi macchinari.

    Il plug-in in questione doveva essere integrato ad un hardware, un macchinario unico creato ad hoc per quell’azienda, ed era un plug-in relativo a funzioni molto specifiche. Quindi, in questo caso, era praticamente impossibile voler ricorrere ad una soluzione commerciale già pronta.

Da questi tre semplici punti si intuisce globalmente il tipo di richiesta che c’è dietro alla scelta di un software custom: una richiesta altamente specifica, con esigenze per le quali non esiste (o non è molto pratica) una soluzione già pronta.

In effetti, un software commerciale mira a soddisfare le esigenze di moltissimi utenti diversi. Pertanto, di solito l’azienda che lo sceglie deve adeguare i propri processi alle caratteristiche del software, prevedendo di consumare tempo e risorse nella rimodulazione delle attività e nella formazione del personale.

Insomma, tendenzialmente è l’azienda a ruotare intorno al software acquistato.

Ma un’azienda grande ed importante, ovviamente, non può stravolgere la propria organizzazione interna per un software già pronto, visto che può permettersi di investire in una soluzione ad hoc dalle caratteristiche potenzialmente infinite.

Dunque, in questo caso, è il software a ruotare intorno all’azienda.

Certo, questa scelta può richiedere un investimento importante ed un’attesa più lunga rispetto ad un software standard.
Tuttavia, per aziende di medio/grandi dimensioni o che sono soggette a processi complessi, il beneficio in termini di automatizzazione delle procedure apportato da un software su misura è così elevato che il costo viene ripreso in tempi brevissimi.

Alla fin fine, in effetti, si risparmia: lo dimostra il fatto che le aziende degli esempi qui sopra sono ancora nostri ottimi clienti!

Privacy Policy Cookie Policy